La scuola popolare del Laboratorio Sociale  ha iniziato la sua attività nel 2009, nei locali liberati e restituiti alla città dagli attivisti a cui questo luogo è stato dato in comodato d’uso.

Un migliaio di persone hanno frequentato i nostri corsi (circa 150 ogni anno) ed abbiamo incontrato persone di oltre 30 nazionalità.

I corsi si articolano su vari livelli, dall’alfabetizzazione alla preparazione per l’esame per l’attestato A2, necessario per richiedere la carta di soggiorno di lungo periodo, e all’esame per il diploma di terza media.

428 persone hanno conseguito il test di livello A2, altri trenta lo sosterranno a giugno.
114 hanno conseguito il diploma di terza media, 28 lo sosterranno a giugno.
  
Quest’anno siamo cresciuti ancora, attivando due nuovi corsi:
 
•    un corso di lingua inglese frequentato sia da allievi stranieri sia italiani
•    un corso di livello di italiano B2 e C1 propedeutico agli accessi universitari

Abbiamo organizzato diversi momenti di formazione per i nostri insegnanti, per prepararli al meglio. La qualità del nostro insegnamento è da tempo riconosciuta dalla città e dalle istituzioni cittadine, che spesso indirizzano le persone da noi.

E’ un’esperienza impegnativa e coinvolgente, in cui tutti imparano dagli altri, dove la retorica, il pietismo e lo spirito caritatevole non esistono. Esiste invece la consapevolezza di fare insieme un passo concreto verso la nostra idea di mondo.

Le nostre attività, come tutte quelle del Laboratorio Sociale, sono del tutto gratuite e volontarie.
Attraverso l’autofinanziamento riusciamo a sostenere l’acquisto di testi e di tutti i materiali necessari.
Ma gli eventi di autofinanziamento sono soprattutto occasione di incontro per mostravi che un altro mondo è possibile. Anzi, esiste già!
Vogliamo crescere ancora, per poter dare ancora a più persone la possibilità di camminare insieme verso il mondo che vogliamo.
Venite a conoscerci, saremo felici di condividere con voi la nostra esperienza. E chissà, magari deciderete di camminare con noi…

Vi aspettiamo il 18 maggio, dalle 19,30 al Laboratorio Sociale.