Oggi si è tenuta la seconda giornata consecutiva di sciopero al magazzino Coop di Vercelli. L’adesione è stata ancora più alta di quella di ieri con altre lavoratrici e altri lavoratori che si sono uniti alla protesta. I rappresentanti sindacali della Cgil hanno deciso di dimettersi dall’incarico, scioperare insieme a tutti gli altri lavoratori e si sono uniti ad ADL Cobas.

Dopo il ritrovo alle ore 6,00 davanti al magazzino la protesta si è spostata davanti ai cancelli della sede centrale di Nova Coop ed è stata richiesta l’immediata apertura del confronto fra sindacato e azienda previsto solo per la giornata di lunedì prossimo. Nonostante la determinazione delle lavoratrici e dei lavoratori nessun rappresentante della Coop ha voluto incontrare una delegazione perdendo nuovamente l’occasione di confrontarsi con decine di donne e uomini che grazie al loro duro lavoro rendono possibili i profitti milionari del colosso della grande distribuzione organizzata.
I lavoratori non si sono certo scoraggiati e tornati nuovamente davanti al magazzino hanno deciso in una grande assemblea che domani vi sarà la terza giornata di sciopero con manifestazione a partire dalle ore 8,00 davanti al supermercato Coop di Vercelli in largo Chatillon 1.

La lotta si fa sempre più determinata e proseguirà fintanto che non vi saranno risposte alle richieste delle lavoratrici e dei lavoratori.
Malattia e infortunio pagati al 100%, ticket restaurant, maggiorazioni come da contratto, rispetto dell’orario di lavoro, corretto inquadramento contrattuale sono ciò che chiedono e sono molto determinati a ottenere.
Noi siamo orgogliosi di essere al loro fianco in questa grande battaglia per la dignità.

ADL Cobas

 

ULTIME NOTIZIE


 

Perchè vogliamo #moltopiùdiZAN?

Perchè vogliamo #moltopiùdiZAN?

Sabato 15 maggio alle ore 17 saremo anche noi in Piazza Santa Maria di Castello ad Alessandria contro la violenza omolesbobitransfobica, per l’approvazione della legge Zan e #moltopiùdizan! L'Italia - secondo la Rainbow Map dell’ILGA, International Lesbian and Gay...

Pfas e sostanze inquinanti: non c’è limite al peggio?

Pfas e sostanze inquinanti: non c’è limite al peggio?

L'audizione, del 28 aprile scorso, della Commissione Parlamentare d’Inchiesta che sta indagando sui #PFAS e sull'attività di Solvay Group nella nostra provincia ci spinge ad alcune ulteriori considerazioni su una questione che riteniamo centrale: i “limiti” agli...

Fuori gli antiabortisti dai consultori! Sabato 17 aprile tutt* a Torino!

Fuori gli antiabortisti dai consultori! Sabato 17 aprile tutt* a Torino!

Ancora una volta siamo costrette a vedere la politica scagliarsi contro la libertà di scelta delle donne. “requisiti minimi per gli enti no profit: (…) presenza nello statuto della finalità di tutela della vita fin dal concepimento (…)” riporta il bando emanato dalla...