Il tratto distintivo della vita di milioni di lavoratrici e lavoratori è quello della precarietà.
Stipendi troppo bassi con cui è difficile costruire una vita dignitosa, messa in discussione o totale assenza di diritti fondamentali come maternità, malattia e ferie, insufficienza cronica di strumenti di welfare universale come il reddito di base e il reddito di autodeterminazione.

A peggiorare ulteriormente il quadro è arrivata la crisi sanitaria del Covid 19 che si è presto tramutata in crisi economica e sociale. Chiusura delle attività produttive, ristrutturazioni aziendali e licenziamenti sono all’ordine del giorno. Il conto più salato della crisi cercheranno di scaricarlo ancora una volta sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori considerato che gli ammortizzatori sociali messi in campo dal Governo sono temporanei e del tutto insufficienti ad affrontare la crisi.

Se si rimane soli non c’è nessuna possibilità di difendere il proprio posto di lavoro. Solo unendosi le lavoratrici e i lavoratori possono far valere i loro diritti e tutelare la propria dignità.

Per queste semplici ragioni nasce anche ad Alessandria e provincia il sindacato ADL Cobas.

Un sindacato creato dal basso per organizzare lavoratrici e lavoratori.
Un sindacato per conquistare diritti e welfare per tutte e tutti.
Un sindacato che si batte contro la violenza di genere e le molestie nei luoghi di lavoro.
Un sindacato per cui la riconversione ecologica delle attività produttive inquinanti e la difesa della salute delle lavoratrici e dei lavoratori sono una priorità.
Un sindacato contro le discriminazioni e il razzismo che non fa differenza e non mette in contrapposizione lavoratrici e lavoratori italiani e migranti.

Dal 23 giugno aprono gli sportelli di ADL Cobas ad Alessandria. Sportelli a cui rivolgersi per i seguenti bisogni:

– Conoscere i propri diritti di lavoratrice e lavoratore
– Controllo buste paga
– Consulenza legale con la presenza di un avvocato
– Contrasto alle molestie sul luogo di lavoro
– Vertenze nei confronti del datore di lavoro

SPORTELLI ATTIVI

Laboratorio Sociale Alessandria via Piave 63
Martedì dalle 15 alle 18
e su appuntamento al numero 3519867907

Casa delle Donne Non una di meno Alessandria
piazzetta Monserrato 1
Venerdì dalle 16 alle 19
e su appuntamento al numero 3515920855

 

ULTIME NOTIZIE


 

#nonseisola – Domenica 29 marzo secondo appuntamento

#nonseisola – Domenica 29 marzo secondo appuntamento

Durante il primo appuntamento di #nonseisola sul lavoro produttivo di sabato scorso abbiamo condiviso tanti spunti e riflessioni che ci piacerebbe continuare ad affrontare con tutte/i quelle/i che lo vorranno. In particolare durante la call è emerso come il lavoro...

#nonseisola – Sabato 21 marzo video call dedicata al tema del lavoro

#nonseisola – Sabato 21 marzo video call dedicata al tema del lavoro

L’emergenza determinata dal Covid-19 sta amplificando le contraddizioni e le diseguaglianze sociali che caratterizzano il mondo in cui viviamo. Il tema del lavoro, in particolare, ancora una volta è centrale:a partire da operaie ed operai costrett* a recarsi a lavoro,...

Un racconto collettivo per un 8 marzo inedito

Un racconto collettivo per un 8 marzo inedito

In questo 8 marzo inedito, in cui non possiamo attraversare le piazze e le strade della città come avremmo voluto, abbiamo deciso di creare uno spazio di condivisione virtuale. L’obiettivo è dare vita a un racconto collettivo in cui condividere spunti, riflessioni e...

L’8 marzo ad Alessandria non scenderemo in piazza

L’8 marzo ad Alessandria non scenderemo in piazza

Revochiamo l’indizione della fiaccolata prevista per la sera dell’8 marzo in concomitanza con il quarto sciopero globale delle donne lanciato da Non una di Meno. Di fronte alla situazione che nelle ultime ore sta travolgendo anche la nostra provincia non possiamo che...

Alessandria SI-CURA. Molto più di una ZTL

Alessandria SI-CURA. Molto più di una ZTL

Alessandria continua ad avere il triste primato di essere una delle città più inquinate d’Italia. Le amministrazioni comunali succedutesi in questi anni hanno saputo dimostrare solo la loro inerzia. Per questo abbiamo deciso di agire. Le cittadine e i cittadini...