L’emergenza determinata dal Covid-19 sta amplificando le contraddizioni e le diseguaglianze sociali che caratterizzano il mondo in cui viviamo.
Il tema del lavoro, in particolare, ancora una volta è centrale:a partire da operaie ed operai costrett* a recarsi a lavoro, passando per le partite IVA, le lavoratrici ed i lavoratori autonomi, co.co.co, subordinati, stagionali o a chiamata, per finire con chi svolge un lavoro in nero o, addirittura, un lavoro nemmeno ce l’ha.

Tutte le categorie lavorative si preparano a pagare il prezzo della crisi sociale che il coronavirus ha aperto e che esploderà violentemente nei prossimi mesi. In questa situazione, ancora una volta, le donne rischiano di pagare le conseguenze più pesanti, anche in termini lavorativi. Osserviamo, per esempio, che l’appello a restare a casa non è valido per tutt* e che ancora una volta emerge evidente che non vi è nulla di più importante del profitto, nemmeno la salute e la vita di lavoratrici e lavoratori.

Mentre alcune/i sono obbligate/i ad andare a lavorare con misure di sicurezza irrisorie o addirittura inesistenti, altre/i vengono licenziate/i o restano a casa senza stipendio.
L’essere costrett* a casa dall’emergenza sanitaria in corso non ci impedisce di parlarci, di metterci a confronto, di condividere le nostre riflessioni e le nostre esperienze personali. Confrontiamoci per essere pronte e pronti ad affrontare questa crisi e a non pagarla soltanto, per trovare insieme soluzioni da mettere in campo a partire da domani.

Confrontiamoci, anche per sentirci meno sole e soli in questo momento storico inedito, in cui dobbiamo necessariamente privarci di momenti di socialità e condivisione vis-à-vis.

Sabato 21 marzo alle 16 utilizzeremo la piattaforma Zoom per una call a tema lavoro aperta a tutte e tutti coloro che vogliono condividere la propria esperienza e le proprie riflessioni.
Partiamo da noi per immaginare un mondo diverso e per provare ad agire, a partire da domani, un cambiamento che metta in discussione i rapporti di forza che governano il mercato del lavoro e condizionano la nostra vita.

PER ACCEDERE ALLA CALL, SABATO A PARTIE DALLE 16, CLICCA SU QUESTO LINK
https://zoom.us/j/391778368

SE NON HAI MAI USATO ZOOM E VUOI PARTECIPARE CONTATTACI PRIVATAMENTE E TI INVIEREMO UN TUTORIAL CON CUI POTRAI AIUTARTI.

Non Una di Meno Alessandria – Casa delle Donne

ULTIME NOTIZIE


 

Ecco perchè un sindacato alla Casa delle Donne

Ecco perchè un sindacato alla Casa delle Donne

A partire dal 2016 l’esperienza di Non una di Meno ha riportato all’attenzione del dibattito pubblico il tema delle discriminazioni e delle violenze di genere. Al grido di “Ni una menos, vivan nos queremos” le femministe di tutto il mondo hanno riaperto uno spazio di...

Le strade sicure le fanno le donne che le attraversano!

Le strade sicure le fanno le donne che le attraversano!

C'è chi ancora pensa che la sicurezza debba essere garantita con telecamere, apertura del centro alle macchine "perché le donne non sono tranquille a tornare a casa" (citazione del nostro vice sindaco detta non meno di 6 mesi fa, quando strumentalizzò noi donne per...