Giovedì 25 ottobre il Movimento per la Casa si è di nuovo mobilitato per evitare l’esecuzione di uno sfratto.

Questa volta è stato il turno della famiglia di Majid con i suoi due figli minori. La mancanza di un lavoro fisso aveva reso impossibile il pagamento dell’affitto per questa famiglia, che però aveva ottenuto un aiuto economico da parte del Comune, il quale ha versato il canone mensilmente ai proprietari per un periodo limitato di tempo. Allo scadere di questo periodo era stata rinnovata l’offerta ai padroni di casa che però hanno rifiutato avviando la procedura di rilascio dell’immobile.
Majid si è, quindi, attivato per cercare un altro alloggio ed un proprietario che accettasse il contributo economico messo a disposizione dal Comune. Non ha, tuttavia, trovato nessuno.
Nel frattempo è stata presentata regolare domanda per casa popolare e casa di emergenza, che come al solito comporta tempi biblici.

Giovedì le numerose famiglie organizzate con il Movimento hanno impedito l’esecuzione dello sfratto ottenendo un rinvio di quasi cinque mesi.
Questa situazione è uno degli infiniti esempi che potrebbero essere risolti in breve tempo, con l’assegnazione di una casa popolare che spetta di diritto a questa famiglia.
Il numero sempre più crescente di sfratti in città, 11 nel solo mese di ottobre per le famiglie organizzate con il Movimento, parla chiaro: anche questa giunta non ha nessuna intenzione di aiutare chi si trova in difficoltà, si limita solo a far rispettare il diritto alla proprietà, che sia di ATC o di un privato, e non si cura della vita, dei diritti e dei bisogni reali e concreti delle persone.

Il diritto ad avere una abitazione degna per la propria famiglia è sacrosanto e sarà sempre più importante di qualsiasi altra cosa.

Lo continuiamo a ripetere da anni: le case ci sono e vanno assegnate.
CASA PER TUTTI SFRATTI PER NESSUNO

Movimento Per la Casa

ULTIME NOTIZIE


 

“In provincia l’IVG non è un diritto”

“In provincia l’IVG non è un diritto”

La libertà di decidere sul proprio corpo non è ancora un diritto acquisito e garantito per chi vive nel territorio della provincia di Alessandria. A dimostrarlo, i dati emersi dall’indagine sul diritto all’IVG - coordinata da Non Una di Meno Torino -, e i nuovi...

A proposito di trasparenza e democrazia…

A proposito di trasparenza e democrazia…

Durante il Consiglio Comunale aperto di martedì 15 giugno, dedicato all’attività di Solvay sul territorio della provincia, si è reso evidente quanto ci ha portato a declinare l’invito: l’incontro pubblico altro non è stato che una passerella per Solvay e per le sue...

La lotta paga: Welfare Aziendale a Maxi Di Alessandria!

La lotta paga: Welfare Aziendale a Maxi Di Alessandria!

L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori ha dato oggi all’unanimità il via libera all’introduzione del Welfare Aziendale presso il magazzino Maxi Di Dpiù di Spinetta Marengo ad Alessandria gestito dall’azienda Ant Srl. Per il periodo compreso dal 1 giugno al 31...

Raccolta farmaci per Gaza

Raccolta farmaci per Gaza

La situazione sanitaria a Gaza si sta facendo sempre più grave. I bombardamenti israeliani hanno provocato morte e distruzione in una popolazione già allo stremo. L'associazione genovese Music for Peace ha lanciato una raccolta straordinaria di farmaci da destinare...

Perchè vogliamo #moltopiùdiZAN?

Perchè vogliamo #moltopiùdiZAN?

Sabato 15 maggio alle ore 17 saremo anche noi in Piazza Santa Maria di Castello ad Alessandria contro la violenza omolesbobitransfobica, per l’approvazione della legge Zan e #moltopiùdizan! L'Italia - secondo la Rainbow Map dell’ILGA, International Lesbian and Gay...