Nella notte commandos israeliani hanno attaccato gli attivisti della Freedom Flotilla, una flotta di navi umanitarie che stava portando aiuti alla popolazione di Gaza, stremata da anni di embargo imposto dal Governo Israeliano. Il bilancio provvisorio parla di 16 morti e decine di feriti. Un massacro inaccettabile che deve risvegliare le coscienze di tutti quelli che hanno a cuore la causa palestinese. Gli attivisti, oltre 700 di 40 nazionalità differenti, erano disarmati ed erano salpati pubblicamente in direzione di Gaza. La loro unica colpa quella di portare medicine e generi di prima necessità a sostegno della popolazione civile.Facciamo appello a tutti per una manifestazione di condanna del Governo Israeliano e in solidarietà con l’equipaggio della Freedom Flotilla e con il popolo palestinese.Manifestiamo domani, Martedì 1 Giugno, a partire dalle ore 17 davanti alla Prefettura di Alessandria.Tutti sono invitati a partecipare.

 

Laboratorio Sociale

Centro Sociale Crocevia

Comunità San Benedetto al Porto

Associazione Migranti Senza Frontiere

Associazione Verso il Kurdistan

 

ULTIME NOTIZIE


 

Inizia la lotta al magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo

Inizia la lotta al magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo

Sabato si è svolta presso il Laboratorio Sociale l'assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici di ADL Cobas Alessandria del magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo. Sono state scelte le Rappresentanze Sindacali Aziendali ed è stata approvata la piattaforma di lotta. La...

Sabato 26 settembre “Cara Professoressa” al Laboratorio Sociale

Sabato 26 settembre “Cara Professoressa” al Laboratorio Sociale

Già nostro ospite per "Nazieuropa", sabato 26 settembre torna sul palco del Laboratorio Sociale Beppe Casales. Questa volta l'attore e autore porta in scena "Cara professoressa", spettacolo sulla scuola pubblica. Uno spettacolo nato dall'esperienza personale...

Venerdì 25 settembre iniziativa e assemblea di Fridays For Future

Venerdì 25 settembre iniziativa e assemblea di Fridays For Future

Abbiamo passato i mesi del lockdown ad ascoltare il mondo intero parlare di quanto i livelli di inquinamento e le svariate problematiche legate all'emergenza climatica stessero subendo un miglioramento, grazie all'assenza dell'uomo. Abbiamo iniziato a renderci conto...