Apprendiamo dai giornali online che il capogruppo del PD alla Provincia Federico Fornaro ha dichiarato la propria “solidarietà” e “sostegno” agli studenti dell’Onda alessandrina, in piazza questa mattina in difesa della scuola pubblica.

Ci sembra doveroso quindi intervenire riguardo la vicenda chiarendo una volta per tutte alcuni nodi (benchè ribaditi più volte) fondamentali sul movimento dell’Onda alessandrina.

Per prima cosa ci preme comunicare pubblicamente che non accettiamo e anzi, rispediamo al mittente, la solidarietà dei partiti politici, da sempre estremamente inclini a strumentalizzare i movimenti reali, partecipati e spontanei come l’Onda. Ancora più forte è il nostro rifiuto in questo caso, quando a comunicarci solidarietà è un esponente della così detta “opposizione” (evidentemente in cerca di legittimità e pubblicità di fronte alla sostanziale morte della “sinistra”), responsabile della progressiva distruzione dell’ Istruzione Italiana: da Zecchino a Fioroni, passando per privatizzazioni, precarizzazione del lavoro, tagli e finanziamenti alla scuola privata.

Col Partito Democratico l’Onda non ha, nè avrà mai un rapporto solidale…anzi.

Ai signori del partito ricordiamo gli arresti di quest’estate dell’ operazione “rewind”, quando il Procuratore Capo della Repubblica di Torino Caselli, ordinò 21 mandati d’arresto preventivo per alcuni studenti, colpevoli di aver partecipato alla contestazione del G8 University Summit a Torino due mesi prima. Ci teniamo a ricordare (perchè noi non lo dimentichiamo), come lo stesso PD si schierò al fianco (o meglio, all’ ombra) di Caselli: una vergognosa operazione volta a criminalizzare il movimento dell’Onda, dividendolo tra buoni e cattivi, tra “paramilitari” e democratici.

Lo dissero i muri della città di Alessandria in quei giorni, lo ribadiamo oggi: a Torino c’eravamo anche noi.

Noi siamo quei 21 arrestati, noi siamo l’ Onda.

Fornaro noi non dimentichiamo.

Evidentemente il suo partito invece, dimentica in fretta o, come qualsiasi altro partito, non conosce coerenza nè vergogna.

Onda Anomala Alessandria

 

ULTIME NOTIZIE


 

Tremate, tremate, le streghe son tornate

Tremate, tremate, le streghe son tornate

Ad Halloween, al grido "Più culoni, meno Menloni" il Laboratorio Sociale e la Casa delle Donne di Alessandria vi invitano alla serata più queer, irriverente, favolosa e ribelle della città. Lunedì 31 ottobre, al Laboratorio Sociale in via Piave 63 ad Alessandria,...

Ricominciano le attività al Laboratorio Sociale

Ricominciano le attività al Laboratorio Sociale

Venerdì 14 ottobre riapriranno le porte del Laboratorio Sociale, spazio giunto ormai al suo quattordicesimo anno di attività politica e sociale ad Alessandria.  Dopo aver ospitato l’assemblea pubblica del Comitato Stop Solvay e il festival MIA, organizzato da Non Una...

Giovedì 13 ottobre, proiezione del documentario “Chemical Bros”

Giovedì 13 ottobre, proiezione del documentario “Chemical Bros”

Verso la manifestazione del 15 ottobre il Laboratorio Sociale ospita una serata dedicata al tema della tutela dell'ambiente e della salute delle persone: giovedì 13 ottobre alle 21.00 la proiezione del documentario "Chemical bros". La proiezione sarà accompagnata dal...

Il 15 ottobre Manifestazione Stop Solvay

Il 15 ottobre Manifestazione Stop Solvay

Mesi fa alcune persone hanno deciso di mettersi a disposizione della comunità, di mettere da parte le proprie paure, e partecipare all'inchiesta "Solvay: la pollution invisible". I risultati sono chiari: nel sangue del 55% degli spinettesi il PFOA supera la soglia di...

Pin It on Pinterest