Oggi intorno alle ore 16 vi è stata una nuova occupazione abitativa organizzata dalla Rete Sociale per la Casa. Il teatro dell’azione la palazzina di via Viora di proprietà dell’ATC, ribattezzata dagli organi di informazione la palazzina della Rete per la Casa. Nei giorni scorsi ad una delle famiglie occupanti è stata assegnata un’altra abitazione di edilizia popolare a Spinetta Marengo e l’ATC ha pensato bene di sprangare la porta di ingresso e le finestre con pannelli di ferro per ostacolare una nuova occupazione. E’ evidente che l’intenzione dell’ATC era di lasciare abbandonata la casa per diversi anni e di non permettere a nessuno di abitarla. Ma non sono certo le porte di ferro che possono fermare i sogni di chi è intenzionato a non pagare la crisi e lotta per riappropriarsi di reddito. Dopo neppure 5 minuti i due nuovi inquilini, uno studente universitario protagonista dell’onda e un precario, hanno iniziato a vivere la loro nuova abitazione che si sono conquistati.

ULTIME NOTIZIE


 

Inizia la lotta al magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo

Inizia la lotta al magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo

Sabato si è svolta presso il Laboratorio Sociale l'assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici di ADL Cobas Alessandria del magazzino Maxi Dì di Spinetta Marengo. Sono state scelte le Rappresentanze Sindacali Aziendali ed è stata approvata la piattaforma di lotta. La...

Sabato 26 settembre “Cara Professoressa” al Laboratorio Sociale

Sabato 26 settembre “Cara Professoressa” al Laboratorio Sociale

Già nostro ospite per "Nazieuropa", sabato 26 settembre torna sul palco del Laboratorio Sociale Beppe Casales. Questa volta l'attore e autore porta in scena "Cara professoressa", spettacolo sulla scuola pubblica. Uno spettacolo nato dall'esperienza personale...

Venerdì 25 settembre iniziativa e assemblea di Fridays For Future

Venerdì 25 settembre iniziativa e assemblea di Fridays For Future

Abbiamo passato i mesi del lockdown ad ascoltare il mondo intero parlare di quanto i livelli di inquinamento e le svariate problematiche legate all'emergenza climatica stessero subendo un miglioramento, grazie all'assenza dell'uomo. Abbiamo iniziato a renderci conto...