Nei giorni scorsi un gruppo numeroso di lavoratrici e lavoratori impiegati presso il magazzino FM Logistic di Capriata d’Orba ha deciso di abbandonare la Cgil e di iscriversi ad ADL Cobas Alessandria. La goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza delle lavoratrici e dei lavoratori è stato l’ennesimo cambio appalto nel magazzino gestito in modo vergognoso dalla segreteria della Filt Cgil di Alessandria. Infatti, da clausola sociale, tutte le lavoratrici e i lavoratori avrebbero avuto il diritto di essere assunti dalla società subentrante ma la Cgil ha firmato che questo diritto sarebbe spettato alle dipendenti in maternità e in malattia solo al loro rientro al lavoro. Intanto la società cessante, come nella peggiore delle tradizioni dei cambi appalto, ha smesso di anticipare l’indennità di maternità a queste lavoratrici che stanche delle promesse dei burocrati sindacali hanno deciso di rivolgersi alla nostra organizzazione sindacale. In pochi giorni siamo riusciti a determinare l’assunzione delle lavoratrici nella società subentrante garantendo così loro la possibilità di avere una maternità serena senza l’angoscia di non ricevere lo stipendio.

Ne è seguita un’assemblea con lavoratrici e lavoratori sia di FM Italia Srl che della società titolare del contratto di appalto in cui sono emerse le classiche problematiche di magazzino in assenza di un sindacato degno di questo nome. Mancato rispetto dell’orario di lavoro, livelli contrattuali errati, assenza del ticket restaurant e di qualsiasi premio di risultato valido per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori solo per citarne alcune. In queste ore si sta preparando la piattaforma di lotta che sarà sottoposta al vaglio delle lavoratrici e dei lavoratori e a cui seguirà formale richiesta di incontro con le due aziende per migliorare la vita di chi lavora nel magazzino di Capriata d’Orba. A poco è valso il tentativo della Cgil che ha indetto un’assemblea col chiaro intento di spaventare le lavoratrici e i lavoratori. Chi in tutti questi anni non è neppure riuscito a far rispettare il contratto di cui è firmatario non ha più nessuna credibilità agli occhi di chi lavora.

Tutte e tutti insieme senza paura. Tutte e tutti insieme facciamo paura.

ADL Cobas Alessandria

 

ULTIME NOTIZIE


 

Call for artists – MIA 2021 – Un altro genere di arte

Call for artists – MIA 2021 – Un altro genere di arte

La Casa delle Donne di Alessandria apre un Call dedicata a tuttə lə artistə che vogliono contribuire a dare vita e voce ai muri del nostro cortile interno durante le due giornate del festival “MIA” che si terrà il 17 e 18 settembre. Crediamo che lo spazio che...

Mia 2021 – Un altro genere di arte

Mia 2021 – Un altro genere di arte

Venerdì 17 e Sabato 18 settembre 2021 la Casa delle Donne apre le porte alla città con la IV edizione di “MIA: Un altro genere di arte”, il festival che ogni anno parla alla città attraverso l’arte: antisessismo, lotta alla violenza di genere, salute, diritti e...

“In provincia l’IVG non è un diritto”

“In provincia l’IVG non è un diritto”

La libertà di decidere sul proprio corpo non è ancora un diritto acquisito e garantito per chi vive nel territorio della provincia di Alessandria. A dimostrarlo, i dati emersi dall’indagine sul diritto all’IVG - coordinata da Non Una di Meno Torino -, e i nuovi...

A proposito di trasparenza e democrazia…

A proposito di trasparenza e democrazia…

Durante il Consiglio Comunale aperto di martedì 15 giugno, dedicato all’attività di Solvay sul territorio della provincia, si è reso evidente quanto ci ha portato a declinare l’invito: l’incontro pubblico altro non è stato che una passerella per Solvay e per le sue...

La lotta paga: Welfare Aziendale a Maxi Di Alessandria!

La lotta paga: Welfare Aziendale a Maxi Di Alessandria!

L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori ha dato oggi all’unanimità il via libera all’introduzione del Welfare Aziendale presso il magazzino Maxi Di Dpiù di Spinetta Marengo ad Alessandria gestito dall’azienda Ant Srl. Per il periodo compreso dal 1 giugno al 31...