Trentacinque famiglie hanno oggi occupato la Torre Troyana, monumento storico della città di Asti.

Sostenuti dalle 11 famiglie occupanti lo stabile di Via Orfanotrofio 15 e dalle 6 famiglie occupanti la palazzina di Via Allende 13 e, naturalmente, dal Coordinamento Asti-Est hanno fatto ingresso alle ore 10.30 di stamattina, issando striscioni recanti gli slogan della lotta per il diritto all’abitare: “Voi ve ne fregate, noi ce ne occupiamo”, “La casa è un diritto, occupare non è reato”, “Nessuno senza casa”, “Vogliamo tutto, ma soprattutto un tetto”.

Esprimono così un sentimento di indignazione per le politiche sociali della città ad oggi nulle, limitate anzi alle invettive contro le occupazioni abitative in città che da 2 diventeranno presto 3, ai tagli alla spese sociali e ai fondi mensa.

Le 35 famiglie “della Torre” aprono un nuovo capitolo di lotte per la casa, dopo quello che ha portato all’occupazione di Via Allende il 10 Aprile 2010 e quello che a portato a Via Orfanotrofio l’8 dicembre 2010.E’ prevista una conferenza stampa alle h.14.00, una assemblea generale alle 16.00, polentata h.20.00 e concerto alle h.21.00 con i Duo Parco.

Coordinamento Asti-est

Le famiglie occupanti la torre Troyana

Le famiglie di Via Allende

Le famiglie di Via Orfanotrofio